fav
Artista:
Genere:
Date:
Titolo / Artista
Date
 Genere 
X Japan al Madison Square Garden di New York
Date: 2014.12.12
 Concert 
Artista:   X Japan  
 
Chiunque, con un minimo interesse per la musica e la cultura popolare giapponese, ha probabilmente sentito parlare della band X Japan. Nonostante questa, dal loro debutto avvenuto nel 1982, abbia cambiato aspetto e membri, riunisce ancora folle di persone con età e nazionalità diverse. Dopo quattro anni dalla loro esibizione al Roseland Ballroom, gli X Japan sono tornati a New York City per suonare in una delle location più famose al mondo, il Madison Square Garden.

Il vero stile degli X Japan ha avuto inizio con Jade. La voce unica e potente del loro vocalist Toshi sembra migliorare con l'età ed è accompagnata con spettacolari laser e luci pirotecniche che emozionano il pubblico, anticipandogli il grande livello che questa band può raggiungere. Inizia un'altra canzone e con essa un altro spettacolo con tecniche teatrali appariscenti e luci soffuse che lasciano visibile solo il pianoforte “Signature crystal” di Yoshiki. Così Silent Jealousy inizia.

Il pubblico ha ricevuto molte sorprese durante le circa 3 ore di spettacolo. Una nuova canzone, Beneath the Skin, che era in precedenza un progetto di Yoshiki e del chitarrista Sugizo, è stata reintrodotta dalla band.
Il chitarrista Pata ed il bassista Heath hanno utilizzato la passerella del palco per dimostrare le loro abilità durante gli assoli e Sugizo è salito sul palco con il suo violino suonando una spettrale melodia.

La band decide poi di tornare indietro con Kurenai e coriandoli rossi iniziano a cadere dal cielo sul pubblico. A questa canzone è seguito un breve intermezzo, dove Toshi ha cercato d'insegnare al pubblico il coro per la loro nuova canzone, Hero. Mentre la band suona, il pubblico può seguire i testi proiettati sullo schermo. Lo spettacolo è proseguito con un altro nuovo brano : Born to be free; qui dopo le recenti confessioni di Toshi, che dichiara di essere stato manipolato e intrappolato in un culto dello stile di vita passato, è stato facile capire da dove sia arrivata l'ispirazione.

La band lascia il palco, ma subito dopo Yoshiki torna e inizia a suonare un incantevole assolo col piano, per poi tornare alla batteria. Nel momento in cui Yoshiki inizia l'assolo di batteria, tutti i bracciali, che il pubblico ha ricevuto all'ingresso dello stadio, cominciano ad illuminarsi a ritmo. Per non essere da meno dei braccialetti luminosi, la piattaforma della batteria inizia a muoversi lungo la pista del palco e a salire poi in alto sul pubblico.

Toshi torna sul palco per cantare Forever Love accompagnato da un quartetto a corde e dietro di lui, sullo schermo, scorrono foto del passato. È difficile mantenere gli occhi asciutti anche per chi non ha molta familiarità con questa band.

Un forte urlo e la band parte con I.V. e in seguito X mentre una tempesta di coriandoli a forma di X riempie l'arena.

Il pubblico è entusiasta e vuole il bis. Yoshiki è torna al piano e suona Star Spangled Banner, la quale è seguita dalla canzone Happy Birthday, suonata da Sugizo al violino, per festeggiare il 49° compleanno di Toshi. In seguito Yoshiki si rivolge alla folla per ricordare un po’ il passato degli X Japan, parlando dei suoi sentimenti, la società e le sue speranze future per la band.

La serata si chiude sulle note di Endless Rain e una versione corta di Art of Life. Proprio con quest’ultima canzone in sottofondo, la band si è unisce per festeggiare questo importante evento lanciando rose sul pubblico, ma non solo… anche Yoshiki viene lanciato sulla folla. Si conclude così un concerto memorabile.

Set List

Miracle (Intro)
Jade
Rusty Nails
Silent Jealousy
Beneath the Skin
-Solo- Pata+Heath
Drain
-Solo- Sugizo Violin
Kurenai
Hero
Born to Be Free
-Encore1-
-Solo- Yoshiki Piano
-Solo- Yoshiki Drums
Forever Love
I.V.
X

-Encore2-
Endless Rain
Art of Life (Piano)
Art of Life (Band)
autore: Yuki no Hana
last update: 2014-12-15