fav
Artista:
Genere:
Date:
Titolo / Artista
Date
 Genere 
MUCC allo O2 Academy Islington di Londra
Date: 2015.08.02
 Concert 
Artista:   MUCC  
Date of Concert: 2015.05.18
La O2 Academy Islington di Londra non è di certo una delle più grandi venue londinesi, ma nel corso degli anni ha avuto modo di ospitare grandi artisti giapponesi e non solo. Questa sera di lunedì pronta ad entrare sul palco c’è una band che ha già avuto modo, nel lontano 2009, di esibirsi live su queste scene e che è attesa in Europa da ormai sei anni, stiamo parlando degli ecclettici MUCC.

La band ormai sulla soglia del suo ventesimo anniversario decide di far ritorno nel Regno Unito per il Mucc Europe Tour 2015 - F#ck the past F#ck the future, tour che tocca diverse città europee, Mosca e Parigi tra le più importanti.

Alcuni temerari fanno la fila già dalle primissime ore del pomeriggio per avere la migliore visuale possibile dei loro idoli. Alle 18 in punto si aprono le porte ed è così che la folla si lancia verso il palco prendendo ogni centimetro disponibile tra le transenne che distano poco più di un metro dallo stage.

La sala nonostante tutto non è piena, ma è possibile vedere gente da tutta Europa, la cosa che più sorprende è la diversità del pubblico, dalle inconfondibili e immancabili j-rocker, all'ascoltatore occasionale di mezza età e soprattutto le scatenate "Muccer" giapponesi che seguono i loro idoli per tutta la durata del tour.

La scenografia è molto semplice, come è solito per una band giapponese fuori dalla madre patria, formata soltanto da un telone nero che raffigura uno scheletro accovacciato e l’immancabile nome della band, ma questo di certo non guasta l’atmosfera o sconforta i fan.

La folla è ormai calda e chiama i loro beniamini a gran voce. Finalmente dopo i soliti minuti di interminabile attesa, si abbassano le luci e dopo un grande boato del pubblico la band fa la sua comparsa sul palco, capitanati dal loro leader Miya.

I MUCC si presentano a questa serata londinese con un abbigliamento molto ricercato, elegante e ovviamente alternativo, il colore nero neanche a dirlo la fa da padrone.

L’atmosfera è elettrizzante e la band non tarda a fare aspettare i fan con la loro musica, inizia così il concerto con la canzone che porta il titolo dell’album THE END OF THE WORLD, il pubblico è in delirio e si lascia subito trasportare sin dalle primissime note di chitarra e piano, e quando Tatsurou inizia a cantare, i fan lo seguono a ruota intonando ogni singola parola.

La scaletta è molto variegata e presenta pezzi da diversi album della band, cosa che fa sicuramente felice sia i vecchi fan dei MUCC, che non vedono l’ora di ascoltare i “classici” della band, sia i nuovi, che si sono innamorati di questo gruppo grazie ai loro ultimi lavori.

Col secondo pezzo in scaletta Suiren –LOTUS-, i MUCC sfoggiano già’ un pezzo del loro ultimo lavoro, il mini album T.R.E.N.D.Y. -Paradise from 1997-, pezzo che alterna sonorità’ pesanti a ritmi dance coinvolgenti.

Con ENDER ENDER il pubblico fa da coro al cantante, mentre con D.f.D ~Dreamer from Darkness e G.G. si scatena facendo roteare i capelli con un headbanging degno di un concerto Heavy Metal d'altri tempi, ma che in realtà’ di improvvisato ha ben poco, perché nasconde una coreografia ben collaudata, così come il girotondo poco duro durante altri pezzi.

Con WateR e 369-Miroku è il momento di rilassarsi un po’ con note distensive e ben ritmate di questi pezzi.

Ageha e Ms. Fear ristabiliscono un’atmosfera elettrizzante, mentre TELL ME fa ricantare il pubblico col suo ritornello trascinante.

Si continua con Pure Black, KYOURAN KYOSHOU -21st Century Baby- e le "schitarrate" di Miya in Nirvana, tutti pezzi tratti dall'album Shangri-La del 2012.

FUZZ con tanto di armonica incanta e fa ballare il pubblico, mentre Le dure Hallelujah, HOUKOU e Mr. Liar portano la band alla pausa prima del bis.

Dopo una breve rinfrescata la band fa il suo rientro sul palco e Tatsurou, cambiato d’abito, sfoggia una maglietta dei MUCC.

Il concerto si riapre con SAISHU RESSHA, un altro classico tutto da cantare.

RANCHUU e il growl di Mad Yack guidano il pubblico verso l’inesorabile fine del concerto che si chiude con un altro pezzo nuovo , TONIGHT.

I MUCC, che sembra si siano divertiti tanto quanto il loro pubblico, ci lasciano quindi dopo quasi 2 ore di concerto, con le loro dure note e l’incessabile ritmo scatenato della batteria di SATOchi, alternato ottimamente a pezzi orecchiabili e sonorità’ dance, grazie anche alla capacità dei membri e sopratutto alla versatilità del loro vocalist.

Oltre a interagire bene col pubblico durante l’esibizione, la band sfoggia diversi MC in un inglese magari non perfetto, ma che riesce sicuramente a mettere a suo agio e divertire il pubblico. Ogni membro della band ci fa sapere perchè e cosa ama di Londra. YUKKE dichiara anche che Londra è la sua casa e che torneranno presto.

In conclusione, nonostante la sala non gremita, i MUCC non si sono risparmiati e hanno dato il massimo. I fan saranno sicuramente desiderosi di rivederli presto nel vecchio continente, con un altro entusiasmante e sfiancante concerto che non vorresti mai giungesse al termine.

SET-LIST

1. THE END OF THE WORLD
2. Suiren –LOTUS-
3. ENDER ENDER
4. D. f. D ~Dreamer from Darkness
5. G.G.
6. WateR
7. 369-Miroku-
8. AGEHA
9. Ms. Fear
10. Tell Me
11. PURE BLACK
12. KYOURAN KYOSHOU -21st Century Baby-
13. NIRVANA
14. FUZZ
15. Hallelujah
16. HOUKOU
17. Mr. Liar

ENCORE
18. SAISHUU RESSHA
19. RANCHUU
20. Mad Yack
21. TONIGHT
autore: Pietro S.
last update: 2015-08-02