fav
Artista:
Genere:
Date:
Titolo / Artista
Date
 Genere 
Intervista con i VAMPS
Date: 2015.12.30
 Intervista 
Artista:   VAMPS  
 
I VAMPS non si fermano mai, e nonostante i loro impegni lavorativi che prevedono tour in Europa e in Giappone, sono riusciti a trovare del tempo per fermarsi e chiaccherare con noi di Nippon Project.

Sembra che i VAMPS si divertano ad esibirsi a Londra, c'è qualche ragione particolare?

HYDE: Si, ci divertiamo davvero. Forse perchè inziamo a sentirci a nostro agio ad esibirci qui come band di apertura.

K.A.Z: Ci divertiamo moltissimo ad esibirci in posti dove non abbiamo mai suonato prima. Inoltre è gratificante sentire un pubblico, che non ci ha mai visti prima, esultare calorosamente per noi.

In cosa trovate l'ispirazione per la vostra musica?

HYDE: Per me, la creatività si fa sentire quando le scadenze sono dietro l'angolo.
K.A.Z: Dipende da come ti lasci prendere dalla musica. Una volta ispirato, riesco ad essere creativo.

Cosa fate per scrollarvi di dosso lo stress accumulato durante la fase di creazione?

HYDE: Bevo!
K.A.Z: Mi dedico ai miei hobby, o semplicemente mi allontano dal posto di lavoro per liberare la mia mente.

Qual è la canzone che più vi piace suonare in Europa?

HYDE: In questo periodo sicuramente "Sin In Justice".
K.A.Z: "Replay"

Cosa rende la vostra musica così popolare all'estero?

HYDE Non si vedono così spesso vampiri esibirsi in una band.
K.A.Z: Potrebbe essere la varietà di melodie arrangiate da una sensibilità tutta giapponese.

Siete attivi come gruppo da 7 anni ormai. E' cambiato qualcosa da quando avete iniziato nel 2008? Se si, qual è stato il vostro più grande cambiamento?

HYDE: Sono successe così tante cose eccitanti e stimolanti ultimamente, per cui credo che tutto questo ci abbia aiutato a crescere come gruppo.
K.A.Z: Le nostre esibizioni e il nostro sound sono diventati molto più articolati e variegati.

Il vostro approccio mentale cambia a seconda di dove suonate, che sia in Giappone o all'estero?

HYDE: In Giappone suono come se dovessi intrattenere la mia ragazza storica. All'estero invece suono come se dovessi conquistarne una nuova.
K.A.Z: È difficile descrivere le diverse sensazioni che provo. Fuori dal Giappone ci dobbiamo impegnare molto di più, per farci apprezzare da un pubblico nuovo.

Congratulazioni per aver vinto il premio “MTV Japan Best Rock Music”. Come vi sentite a riguardo?

HYDE: Mi ha reso molto felice e per festeggiare ho bevuto moltissimo.
K.A.Z: È davvero un onore raggiungere questo tipo di traguardo. Ci piacerebbe fare lo stesso anche all'estero.

Com'è stato collaborare e andare in tour con gli “Apocalyptica” e che impressione vi hanno dato?

HYDE: Ci siamo capiti profondamente l'un l'altro, e questo ha fatto si che li vedessimo come degli artisti più che una rock band. Non è da tutti suonare con tanta maestria.
K.A.Z: Abbiamo capito quanto siano abili quando abbiamo iniziato a suonare insieme. La qualità delle loro permormance è veramente alta! Per noi è stato meraviglioso suonare con loro sullo stesso palco.

Ci raccontereste qualche aneddoto legato a questo tour europeo?

HYDE: Tutto è andato liscio questa volta, quindi nn c'è molto da dire.
K.A.Z: Non abbiamo avuto modo di uscire per le città perchè eravamo sul bus o sul palco.

State pensando di organizzare un “HALLOWEEN PARTY” in Europa?

HYDE: Se ci fosse una buona affluenza di pubblico ci piacerebbe farlo un giorno!
K.A.Z: Sarebbe estremamente divertente se potessimo farlo.

Cosa pensate di quello che è successo a Parigi? Molti artisti giapponesi hanno cancellato il loro tour in Francia e persino nel resto d'Europa. Vi preoccupava esibirvi a Londra?

HYDE: Non hoavuto paura dato che i controlli sono aumentati da quando è successo. Però, allo stesso tempo, capisco gli artisti che hanno concellato i loro tour.
Se ci si impegna a "combattere il male" credo che si creerebbero molti più conflitti. Non sarebbe meglio andare avanti e capirsi l'un l'altro attraverso la comunicazione?
K.A.Z: È stato difficile decidere se rinunciare o andare avanti. Non c'è garanzia sulla sicurezza delle persone. Se si verificasse un attacco terroristico durente un concerto ci sarebbero molte vittime, ma non siamo nemmeno certi che questo accada. È stato davvero difficile prendere una decisione.

Siamo giunti alla fine, potreste lasciare un messaggio ai vostri fan e ai lettori di Nippon Project?

HYDE: Innanzitutto grazie per il vostro continuo supporto! Ci piacerebbe tornare in Europa il prima possibile!
K.A.Z: Godetevi la nostra musica e i nostri concerti. Basta vederci una volta per capire quanto sia buona la nostra musica. Continueremo ad esibirci in Giappone e nel resto del mondo, quindi venite a vederci. Grazie!
autore: Pietro S., Meiko K.
last update: 2015-12-31